Esordi assoluti per i neofischietti maniaghesi

Nel corso della scorsa giornata hanno fatto il loro esordio assoluto nel mondo dell'arbitraggio Erik Corona e Francesco Bonino, due dei nuovi arbitri maniaghesi. Queste le loro impressioni a caldo.

Francesco Bonino:

Avrei preferito avvicinarmi al mondo dell'arbitraggio molti anni fa, ma le varie vicissitudini mi hanno sempre portato a rinviare questo momento.

Finalmente con l'inizio del 2018 sono entrato a far parte della sez. AIA di Maniago, e l'esordio di domenica è stato un primo passo verso questa nuova avventura.

Domenica è stata una giornata caratterizzata da emozioni che difficilmente dimenticherò, una partita preceduta dall'ansia della "prima", scandita dalle urla dei genitori, dal timore che "quella scelta" presa in un istante potrebbe essere sbagliata e contestata, ma con un solo obiettivo... scendere in campo e dare il massimo.

Una volta finita la gara, scaricata la tensione  e l'adrenalina mi sono reso conto di quanto in effetti sia stato complesso svolgere questo ruolo pieno di responsabilità ma che ti appaga e soddisfa come nessun altro, e che alla fine anche il vociare del pubblico fa parte del gioco.

Erik Corona

Un'emozione unica, esordire come arbitro di calcio.

Sono molto felice per questo esordio, da qui comincia una nuova avventura che sarà lunga e piena di ostacoli, ma so che con i consigli dei colleghi più esperti e il duro lavoro, sarò in grado di superarli tutti.

L'importante è non porsi mai un limite, ma puntare sempre un gradino più alto così da non accontentarsi mai per i propri risultati e cercare di migliorare sempre, sia i fatti negativi sia quelli positivi affinché si cresca costantemente per diventare sempre più un arbitro migliore.